Italian English French German Portuguese Russian Spanish Thai

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
  • Categorie
    Categorie Consente di visualizzare un elenco di categorie di questo blog.
  • Tags
    Tags Consente di visualizzare un elenco di tag che sono stati utilizzati nel blog.
  • Bloggers
    Bloggers Cerca il tuo blogger preferito da questo sito.
  • Team Blogs
    Team Blogs Trova il tuo blog collettivi preferiti qui.
Inviato da il in Notizie
  • Dimensione carattere: Maggiore Minore
  • Visite: 4644
  • Stampa

Omeopatia veterinaria: gli studi scientifici sugli animali

b2ap3_thumbnail_VetCare-88012128.jpg

La ricerca sugli animali fornisce una parte particolarmente importante della base di conoscenze per l'omeopatia perché la questione del placebo (per placebo si intende ogni sostanza innocua o qualsiasi altra terapia o provvedimento non farmacologico (un consiglio, un conforto, un atto chirurgico) che, pur privo di efficacia terapeutica specifica, sia deliberatamente somministrato alla persona facendole credere che sia un trattamento necessario. ) è in gran parte affrontata fin dall'inizio .

La ricerca dell'Omeopatia sugli animali è al suo inizio, con un relativamente piccolo numero di studi di alta qualità che è stato pubblicato . Tuttavia, come molti scettici ritengono che gli effetti clinici dell'omeopatia siano solo dovuti al placebo , è davvero una questione di ' qualità piuttosto che la quantità '; i pochi ma validi studi che dimostrano che l'omeopatia è efficace sugli animali è devono essere considerati come importanti pezzi di evidenza , in quanto sono forse la migliore dimostrazione che l'omeopatia non è ' tutto ciò che accade nella mente ' . Per questo motivo , solo studi positivi sono stati inclusi qui, ma va notato che altri studi hanno avuto risultati negativi .

Gli argomenti trattati in questa pagina sono:

1. Studi di laboratorio
2. Ricerca omeopatia veterinaria
3. Omeopatia veterinaria nella pratica
4. Come migliorare i metodi di ricerca

 

Studi di laboratorio
Esperimenti su animali interi viventi sono stati effettuati per studiare l'azione dei farmaci omeopatici. Questo campo di ' test in vivo ' sono sempre abbastanza discutibili , ma permettono di esaminare in condizioni altamente controllate l'interazione tra farmaci omeopatici e organismi viventi. I risultati di tali studi hanno dimostrato che:

a. La medicina omeopatica auto- nosode (auto - nosode = medicina omeopatica preparata dal tessuto malato dalla individuo in trattamento ) è efficace quanto gli antibiotici nel trattamento di infezioni delle vie urinarie nei ratti [ 1]

In questo studio in doppio cieco * ratti di studio sono stati suddivisi in tre gruppi di trattamento che riceve antibiotici, Phosphorus omeopatico o auto- nosode , un quarto gruppo è stato lasciato non trattato. I risultati hanno dimostrato che entrambi i farmaci omeopatici erano efficaci nel ridurre il livello di infezione ( valutata misurando le dimensioni delle colonie batteriche) . Nessun cambiamento nei livelli batterici è stato visto nei ratti non trattati , mentre la riduzione dei livelli batterici ottenuti dai trattamenti erano : antibiotici 33 % , Self- nosode 39 % e Fosforo 22 % .

* Trattamento che ogni gruppo ha ricevuto è stato nascosto per minimizzare i bias .

----

Tiroxina omeopatica può rallentare metamorfosi dei girini in rane [ 2 ]

L'ormone tiroxina è noto per influenzare il tasso di metamorfosi nelle rane . In questo studio sono stati esposti a girini o tiroxina convenzionalmente preparata , tiroxina omeopaticamente preparata o un liquido di controllo attivo. Tiroxina standard è risultata in grado di stimolare la metamorfosi, causando l'accelerazione della crescita dei girini trasformandosi in rane adulte più velocemente .
La Tiroxina omeopatica ha avuto un chiaro effetto opposto, causando in modo significativo un rallentamento metamorfosi .

Questi risultati sono stati replicati da cinque laboratori distinti in Austria e confermati dai risultati di esperimenti simili effettuati da un team indipendente in Brasile ( Guedes JR et al , omeopatia , 2004; 93 ( 3) : 132-7 ) . La specie di rana utilizzata è stata la "Rana temporaria" e la tiroxina a dosi ultramolecolari utilizzata era in una diluizione pari a 10-30ch. Più recentemente la squadra di ricerca in Brasile ha verificato che un preparato omeopatico a base di tessuto di tiroide di rana utilizzato in modo simile potrebbe anche alterare il tasso di metamorfosi.

----

Il Mercurio cloruro in diluizione omeopatica 15ch è in grado di ridurre la mortalità da avvelenamento da mercurio cloruro nei topi del 40 % [3 ]

In nove esperimenti di elevata qualità , tutti i topi hanno ricevuto una iniezione letale di cloruro di mercurio ; ad un gruppo sono state somministrate anche delle iniezioni giornaliere di mercurio Cloruro 15ch (sia prima che dopo l'iniezione tossica) mentre l'altro gruppo di controllo è stata lasciata non trattato. Il numero di ratti che erano morti da 10 giorni dopo l'iniezione tossica è stato significativamente inferiore nel gruppo trattato con cloruro di mercurio 15ch rispetto al gruppo non trattato. Una meta-analisi * di tutte le nove prove da Linde et al . ha mostrato che il trattamento con Mercurio cloruro 15ch ha ridotto la mortalità del 40 % .

Questo è un esempio di uno studio di tossicologia. Vari tipi di studi tossicologici sono stati utilizzati per indagare le UHDs ** , ma tutti implicano lo stesso concetto di base ; a un animale viene data una sostanza velenosa nella sua forma usuale e in forma UHD modo che qualsiasi interazione tra i due può essere osservato es un cambiamento nel modo in cui la tossina colpisce l'animale o come l'animale la espelle dal suo corpo.

* Una tecnica statistica utilizzata per analizzare i risultati combinati degli studi multipli per generare un risultato complessivo più significativo

** dosi ultra molecolari - elevata diluizione tale che nessuna molecola della sostanza originale viene lasciata, preparato nello stesso modo come i medicinali omeopatici


Ricerca omeopatia veterinaria
Studi controllati randomizzati (RCT ) ( ( RCT) = Considerato da alcuni ricercatori come il ' gold standard ' dei metodi di ricerca per determinare se un trattamento è efficace . I pazienti sono stati randomizzati per ricevere il trattamento sperimentale oppure fanno parte in un gruppo di controllo.) hanno dimostrato l' efficacia della prescrizione omeopatica non individualizzata in condizioni sperimentali controllate.

Per esempio :

b2ap3_thumbnail_download.jpg

Il rimedio omeopatica Coli 30K può essere una valida alternativa agli antibiotici per la diarrea nei cuccioli di suino.

Una ricerca rigorosa dal Farming Systems Group Biologiche presso l'Università di Wageningen nei Paesi Bassi suggerisce che la medicina omeopatica Coli 30K è efficace nel prevenire la diarrea causata dal batterio Esherichia coli nei cucclioli di maiale. Questa condizione è fonte di preoccupazione per gli agricoltori commerciali, in quanto porta alla drastica riduzione del peso corporeo e l'aumento del tasso di mortalità. Mentre cresce la preoccupazione circa la minaccia per la salute umana dagli antibiotici nella catena alimentare , tali risultati possono essere considerati di particolare importanza sia per animali e il benessere umano .

*Per leggere una sinossi di questo processo da parte del Comitato europeo di Omeopatia clicca qui: Abstract

* Camerlink I, Ellinger L, Bakker EJ, Lantinga EA (2010). Homeopathy as replacement to antibiotics in the case of Escherichia coli diarrhoea in neonatal piglets. Homeopathy, 99; 57–62.

 

-----

Il rimedio omeopatico Sepia 200ch può ridurre il tasso di cisti ovariche e dopo il parto, le complicanze nelle vacche da latte [ 4 ]

In questo studio condotto in condizioni scientificamente rigorose, ad un gruppo di vacche sono stati dati in modo casuale o 200ch di Sepia oppure placebo nei giorni 14 o 21 dopo aver consegnato i loro vitelli. Si è riscontrato che tra le 101 mucche a cui era stato somministrato il rimedio omeopatico Sepia 200ch era significativamente minore il numero di complicanze post-partum rispetto al gruppo di controllo . Lo studio ha anche riscontrato che il numero di cisti ovariche nel gruppo trattato con Sepia 200ch è sceso dal 38 % al 12 % durante il periodo di studio di tre anni (un tasso di incidenza del 10 % è considerato normale per gli allevamenti da latte) .1
1 . 1. Williamson AV et al. A trial of Sepia 200: Prevention of anoestrus problems in dairy cows. Br Homoeopathic J, 1995; 84 (1): 14-20

---

La medicina omeopatica HealWell - VT è risultato essere almeno efficace quanto il trattamento antibiotico per la mastite nelle vacche [ 5 ]

5 . 5. Varshney JP, Naresh R. Comparative efficacy of homeopathic and allopathic systems of medicine in the management of clinical mastitis of Indian dairy cows. Homeopathy, 2005; 94: 81–5 Abstract

----

Una combinazione tra alcuni rimedi omeopatici è risultata efficace quanto il trattamento antibiotico per le malattie infettive nei suini [ 6 ]

Una percentuale elevata di suini cresciuti in allevamenti intensivi che si ammalano , soffre principalmente da malattie delle vie respiratorie. Basso dosaggio antibiotico a scopo preventivo (metafilassi *) viene normalmente utilizzato nel tentativo di ridurre l'incidenza della malattia . In questo studio , che ha coinvolto 1.440 cuccioli di suino, la metafilassi di tipo omeopatico è risultata più efficace del placebo nel ridurre l'incidenza della malattia, ed efficace come il trattamento antibiotico a basso dosaggio .
L' uso di routine di basse dosi di antibiotici negli allevamenti intensivi ha portato a crescenti problemi di antibiotico-resistenza, effetti collaterali negli animali e residui di antibiotici nella catena alimentare . Se questo studio potesse essere replicato per confermare i risultati, la combinazione di Cuprum D4 , Drosera D1 , D3 Ipecacuanha , Ferrum phosphoricum D4 e Nux vomica D4 offrirebbe una più sicura ed efficace alternativa.

* Trattamento preventivo dato quando l'individuo è già esposto al rischio di malattia

Outcome studies (che osservano l'efficacia dei trattamenti in un contesto di vita reale ) hanno dimostrato l'efficacia dell'omeopatia nella pratica veterinaria . Di seguito sono riportati alcuni esempi delle loro scoperte :

-----
Trattamento da parte di un veterinario omeopatico è efficace per l'artrite e l'epilessia nei cani [ 7 ] :

Uno studio pilota che coinvolge il trattamento di 767 pazienti individuali da un gruppo di sette veterinari omeopatici nel Regno Unito è stato pubblicato nel 2007. Dati sufficienti sono stati raccolti in 539 casi e hanno dimostrato che dopo il trattamento omeopatico il 79,8 % dei casi è migliorato, il 6,1% è aggravato e il 11,7% non ha mostrato alcun cambiamento . Esiti fortemente positivi sono stati ottenuti nel trattamento omeopatico di artrite e l'epilessia nei cani e ( in minor numero ) in eczema atopico , la gengivite e l'ipertiroidismo nei gatti .
Limiti dello studio : Poiché questo era uno studio di raccolta dati osservando la prassi abituale, non è stato randomizzato, e controllato in cieco con placebo.

----

La medicina omeopatica Caulophyllum 30ch può ridurre mortalità neonatale nei suini [ 8 ] :

In questo studio versus placebo il rimedio omeopatico Caulophyllum 30ch ha ridotto in modo significativo il tasso di mortalità neonatale in un gruppo di prova di 10 suini ( valore di p * = 0,0018 ). I maiali che hanno ricevuto placebo hanno presentato 103 nascite normali e 27 nati morti ( 20,8 %) rispetto ai 104 nascite normali e 12 nati morti ( 10,3 % ) in quelli 30c Caulophyllum .
Limiti dello studio : piccolo gruppo di test e non in cieco.
* Un numero da zero a uno che descrive la probabilità ( o la probabilità ) che un risultato potrebbe essere avvenuta per caso
Per un elenco più ampio di peer-reviewed ricerca veterinaria visitare il sito web Facoltà di Omeopatia presso : www.facultyofhomeopathy.org / ricerca / veterinary_research.html

---

b2ap3_thumbnail_379697.jpg

Omeopatia veterinaria nella pratica
Un numero crescente di veterinari nel Regno Unito sta studiando e utilizzando l'omeopatia. L' Associazione britannica dei chirurghi veterinari omeopatici ha attualmente circa 140 membri , e quasi il 40 dei loro membri del Regno Unito hanno raggiunto i più alti livelli di formazione omeopatica necessari per ottenere la qualifica di ' VetMFHom ' [ 9 ]

Il trattamento omeopatico è un elemento essenziale in agricoltura biologica e le esperienze sul campo riportano buoni risultati nel trattamento di alcune patolgie come la mastite nelle vacche . [ 10 ] 10 . VVarshney JP, Naresh R. Comparative efficacy of homeopathic and allopathic systems of medicine in the management of clinical mastitis of Indian dairy cows. Homeopathy, 2005; 94: 81-5.

Tuttavia, non sono solo i veterinari ad utilizzare la medicina omeopatica nella comunità agricola . Dal 2001 un'organizzazione chiamata Hawl (Homeopathy at Wellie Level) ha formato quasi 300 agricoltori nei principi fondamentali dell'omeopatia. Questo ha permesso agli agricoltori di incorporare una quantità limitata di prescrizione omeopatica nelle loro strategie di gestione per la salute giorno per giorno .

Ulteriori ricerche guardando il trattamento omeopatico di animali è pertanto essenziale per informare e formare questo settore in crescita della pratica omeopatica . L' Associazione britannica dei chirurghi veterinari omeopatici , in collaborazione con la Facoltà di Omeopatia stanno continuando ad incoraggiare nuove ricerche in questo campo, al più alto livello.

Migliorare i metodi di ricerca
Nel passato, gli studi di ricerca non hanno completamente rispettato la 'best practice ' per il trattamento omeopatico di animali. Come con gli esseri umani , i buoni risultati clinici di solito dipendono dalla prescrizione individualizzata cioè la selezione di uno specifico farmaco omeopatico per ogni partecipante alla studio, in base alla loro sintomatologia. Nella maggior parte degli studi di ricerca la stessa medicina omeopatica è stata somministrata a tutti gli animali coinvolti . Questo è appropriato quando si prova l'efficacia di una 'ordinaria prescrizione' per una condizione con caratteristiche prevedibili (ad esempio, di nati morti ) o per testare le opzioni di trattamento individualizzato in cui la prescrizione non è fattibile ( ad esempio, quando vi è una mancanza di accesso ai veterinari omeopaticamente addestrati ), ma in molte situazioni può essere un grave difetto che rende un risultato positivo molto meno probabile .

Un recente studio indagando l'utilizzo dell'omeopatia per il trattamento dell'eczema atopico nei cani ha sperimentato un design migliorato di ricerca in cui la prescrizione individualizzata è stata correttamente utilizzato (secondo i canoni omeopatici). [11 ] Inoltre, solo i cani che hanno risposto bene al trattamento omeopatico erano entrati in una seconda fase dello studio , che comprendeva controlli con placebo (controlli con placebo = forniscono una base per il confronto; ad un gruppo di controllo è stato somministrato un trattamento ' fittizio ' inattivo ed i risultati sono confrontati con i risultati del gruppo a cui è stato somministrato il trattamento in corso di valutazione) e studi in cieco ( studi randomizzati sono “in cieco” se ai partecipanti non viene detto a quale braccio dello studio appartengono. Uno studio clinico è “in cieco” se i partecipanti non sanno se si trovano nel braccio sperimentale o in quello di controllo; viene anche detto mascherato). Qui si tratta di un'altra questione problematica nella ricerca omeopatica - è stato scelto il rimedio corretto ? Quando si utilizza la prescrizione individuale , i risultati dipendono principalmente da come è stato selezionato il farmaco , se il farmaco sbagliato è stato dato questo potrebbe influenzare notevolmente i risultati. Una volta che un caso risponde bene , si sa che la medicina giusta è stata scelta e questo può poi essere utilizzato per un vero confronto tra trattamento omeopatico e placebo.

Fonte: http://www.homeopathy-soh.org/research/evidence-base-for-homeopathy-2/animal-studies/#link_research

Traduzione a cura di: omeopatianet.it

 

References
1. Gonçalves et al. O uso da homeopatia no tratamento da infecção urinária em ratas. Anais do VIII SINAPIH, 20-22 May 2004: 25-6

2. Endler PC, et al. The metamorphosis of amphibians and information of thyroxine. In: Schulte J, Endler PC (eds). Fundamental Research in Ultra High Dilution and Homoeopathy. Kluwer Academic Publishers,1998

3. Linde K et al. Critical review and meta-analysis of serial agitated dilutions in experimental toxicology. Hum Exp Toxicol, 1994: 13 (7): 481-92

4. Williamson AV, Mackie WL, Crawford WJ, Rennie B. A study using Sepia 200c given prophylactically postpartum to prevent anoestrus problems in the dairy cow. Br Homoeopathic J, 1991; 80: 149-156

5. Varshney JP, Naresh R. Comparative efficacy of homeopathic and allopathic systems of medicine in the management of clinical mastitis of Indian dairy cows. Homeopathy, 2005; 94: 81–5

6. Albrecht H, Schütte A. Homeopathy versus antibiotics in metaphylaxis of infectious diseases: a clinical study in pig fattening and its significance to consumers. Altern Ther Health Med, 1999; 5: 64–8

7. Mathie RT et al., Outcomes from homeopathic prescribing in veterinary practice: a prospective, research-targeted pilot study. Homeopathy, 2007; 96: 27-34

8. Day CEI. Control of stillbirths in pigs using homoeopathy. Br Homeopathic J, 1984; 73: 142–3

9. British Association of Homeopathic Veterinary surgeons: www.bahvs.com/association.htm

10. Varshney JP, Naresh R. Comparative efficacy of homeopathic and allopathic systems of medicine in the management of clinical mastitis of Indian dairy cows. Homeopathy, 2005; 94:81–5

11. Hill PB, Hoare J, Lau-Gillard P, Rybnicek J, Mathie RT. Pilot study of the effect of individualised homeopathy on the pruritus associated with atopic dermatitis in dogs. Veterinary Record, 2009; 164 (12); 365-370

 

Vota:

Commenti

The United Kingdom bookis by betroll.co.uk
LadbrokesPLC is a British based gaming company. by l.betroll.co.uk
William Hill Horse Racing by w.betroll.co.uk