English French German Italian Portuguese Russian Spanish

ISCRIZIONI



Ricevi HTML?

Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Aumenta la dimensione del testo

 

Qual è l’impatto ambientale della produzione delle banane lungo tutto il ciclo produttivo? E quali sono le condizioni di vita dei lavoratori? Se lo è chiesto una recente inchiesta di Altroconsumo, trovando purtroppo ben poche risposte, Il motivo è semplice: molti grandi produttori si sono rifiutati di aprire le porte delle piantagioni. Troppi scheletri? E il consumatore non ha il diritto di sapere da dove arrivano le banane che compra? Quante persone vengono sfruttate nelle piantagioni? Quanti diritti calpestati? Le risposte che non arrivano dalle multinazionali arrivano dai sindacalisti che spiegano bene cosa avviene in molte piantagioni in Ecuador: maltrattamenti, pasti inadeguati, pesticidi che vengono spruzzati con i lavoratori senza adeguate protezioni nei campi. Chi si lamenta viene licenziato. Scrive Altroconsumo:

http://ww2.informarexresistere.fr/wp-content/themes/advanced-newspaper/images/framework/blockquote_gray.gif); color: rgb(85, 85, 85); line-height: 19px; background-position: 0px 20px; background-repeat: no-repeat no-repeat; ">

Il mondo delle banane è troppo spesso teatro di pratiche che definire criticabili è un eufemismo. Ancora recentemente, per citare il peggio, si sono verificati omicidi di sindacalisti, per non parlare delle condizioni di lavoro e di vita dei lavoratori (che spesso vivono in baracche nelle piantagioni). E la maggior parte delle grandi aziende che abbiamo interpellato per questa inchiesta si è semplicemente rifiutata di partecipare. Segno, come minimo, di scarsa sensibilità per il problema e per i consumatori che vorrebbero sapere qualcosa di più sulle banane che acquistano.

E ancora:

http://ww2.informarexresistere.fr/wp-content/themes/advanced-newspaper/images/framework/blockquote_gray.gif); color: rgb(85, 85, 85); line-height: 19px; background-position: 0px 20px; background-repeat: no-repeat no-repeat; ">

Chiquita, Bonita e Del Monte non hanno ritenuto di collaborare alla nostra inchiesta né di permetterci di visitare le piantagioni. Tra le pratiche scorrette sono denunciate: fumigazioni aeree di fitofarmaci anche con i lavoratori presenti nelle piantagioni, discriminazioni e molestie a membri del sindacato. Dalla documentazione pubblica non si riesce a trarre prova di comportamenti accettabili.

Hanno invece accettato i controlli le piccole piantagioni del circuito equo e solidale Altromercato. Dall’inchiesta è emerso che

http://ww2.informarexresistere.fr/wp-content/themes/advanced-newspaper/images/framework/blockquote_gray.gif); color: rgb(85, 85, 85); line-height: 19px; background-position: 0px 20px; background-repeat: no-repeat no-repeat; ">

I diritti dei lavoratori sono tutelati ed è lodevole lo scopo di sostenere attraverso la politica del prezzo fisso e della quota destinata a finalità sociali, i piccoli produttori/lavoratori. Da migliorare la trasparenza: maggiore codificazione, controllo e rendicontazione delle pratiche, informare anche i lavoratori temporanei sui diritti.

Tra le multinazionali la Dolce ha permesso ad Altroconsumo di visitare una piantagione a scelta. I diritti dei lavoratori vengono rispettati, inoltre sono

http://ww2.informarexresistere.fr/wp-content/themes/advanced-newspaper/images/framework/blockquote_gray.gif); color: rgb(85, 85, 85); line-height: 19px; background-position: 0px 20px; background-repeat: no-repeat no-repeat; ">

Buone anche le pratiche ambientali: ricircolo dell’acqua di lavaggio delle banane e riciclaggio dei sacchetti di plastica.

Via | Altroconsumo

http://www.ecoblog.it/post/29723/cosa-si-nasconde-dietro-la-produzione-delle-banane

Tratto da: Cosa si nasconde dietro la produzione delle banane? | Informare per Resistere http://www.informarexresistere.fr/2012/09/12/cosa-si-nasconde-dietro-la-produzione-delle-banane/#ixzz26G2iWhUN 
- Nel tempo dell'inganno universale, dire la verità è un atto rivoluzionario! 


Quote this article on your site

To create link towards this article on your website,
copy and paste the text below in your page.




Preview :


Powered by QuoteThis © 2008
Share
comments
Link Exchange With Omeopatianet - Omeopatia