English French German Italian Portuguese Russian Spanish

ISCRIZIONI



Ricevi HTML?

Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Aumenta la dimensione del testo

Esce proprio nel Dicembre del 1810 il manifesto scientifico dell’omeopatia. E’ un testo pubblicato a Dresda ed intitolato “L’Organon della Medicina Razionale”, scritto dal medico tedesco Friedrich Samuel Hahnemann. Lo stesso medisamuel_hahnemann_1841co si dichiara “sconvolto” dai metodi di cura tradizionali, sostiene che questi lo stavano trasformando in un “assassino dei suoi pazienti”, e non potendolo più sopportare ritiene di aver individuato una valida alternativa in una nuova teoria da lui stesso elaborata: teoria che consiste nel curare le malattie con il metodo della similitudine, risvegliando e potenziando le capacità immunitarie dell’organismo attraverso la somministrazione di farmaci, o con altri mezzi, capaci di indurre gli stessi sintomi della malattia.

Hahnemann determina anche il principio della diluizione, in base per potenziare l’effetto di un farmaco e necessario diluirlo il più possibile. Più è diluito, più risulta efficace.
Da quel lontano 1810 la cosiddetta “omeopatia”, teorizzata allora da Hahnemann, ha conosciuto, soprattutto in occidente, una crescente fortuna, nonostante ripetute e nette “scomuniche” da parte della scienza medica ufficiale (recentemente anche in Italia). La prima netta condanna della teoria omeopatica fu pronunciata già nel 1835 da parte dell’Academie de Medicine francese.

19 DICEMBRE: IN INGHILTERRA VIENE BREVETTATO IL “LINOLEUM”

La sua formula comprende olio di semi di lino ossidato, resina, truccioli di sughero: è il “linoleum”, brevettato in Inghilterra da Federick Walton il 19 Dicembre 1863, destinato a diventare per un lungo periodo (praticamente fino ai giorni nostri) uno dei materiali da pavimentazione più diffusi al mondo, soprattutto per la sua resistenza, la praticità nel metterlo in opera e tenerlo pulito, e particolare non secondario: per la sua economicità.

COMPLEANNI E LUTTI

Il 20 Dicembre nascono il politico australiano Robert Menzies (1894), la stilista Fernanda Gattinoni (1906), il banchiere francese Jean Claude Trichet (1942), il sensitivo isrealino Uri Geller (1946) e la cantante Gigliola Cinquetti (1947) ora divenuta conduttrice televisiva.
Nello stesso giorno ci lascia per sempre il grande comico Walter Chiari (1991).

Fonte: http://www.telesanterno.com/


Quote this article on your site

To create link towards this article on your website,
copy and paste the text below in your page.




Preview :


Powered by QuoteThis © 2008
Share
comments
Link Exchange With Omeopatianet - Omeopatia