English French German Italian Portuguese Russian Spanish

ISCRIZIONI



Ricevi HTML?

Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 
Aumenta la dimensione del testo

Siccità in Italia ma il 42% dell'acqua va perduta

 

E' duro a morire il concetto dell'acqua come risorsa gratuita, fornita dalla natura in abbondanza e priva di valore economico. Stenta invece a decollare quello più razionale e attuale dell'oro blu.  Secondo il rapporto H2O di Legambiente il 42% dell'acqua veicolata negli acquedotti italiani viene inesorabilmente perduta nei 291 mila chilometri di rete idrica a causa degli impianti ormai vecchi di 32 anni. Quasi la metà del prodotto (acqua) andrebbe così perduto per inefficienze. Secondo Legambiente andrebbero ristrutturati circa 50 mila chilometri di rete idrica, ormai fatiscenti e inefficienti.

Lo studio dell'associazione ambientalista denuncia uno stato dell'arte non più giustificabile in un'epoca in cui la siccità, la desertificazione e la carenza d'acqua sono diventate parole comuni di tutti i giorni. Se i dati di Legambiente si rivelassero esatti, la rete idrica italiana perderebbe ogni minuto circa 6 milioni di litri equivalenti a due piscine olimpioniche in un momento storico in cui gran parte della popolazione mondiale vive con meno di un litro procapite. I continui appelli alle famiglie per un uso più razionale e responsabile dell'acqua potrebbero pertanto scontrarsi con una carenza strutturale ben peggiore delle singole distrazioni individuali. Negli ultimi 20 anni gli investimenti pubblici nella gestione della rete idrica sono passati da 2,3 miliardi di euro (1985) a 0,7 miliardi di euro (2006).  A questo aspetto si aggiunge il fatto che due terzi del consumo di acqua ha una destinazione agricola: 70% uso agricolo, 15% uso civile, 15% uso industriale.  E' quindi evidente che la buona volontà degli utenti privati influisce ben poco sulle cause del problema.

Il rapporto H2O segue di pochi giorni la dichiarazione del ministro dell'Ambiente, Pecoraro Scanio, per la realizzazione di un nuovo piano idrico nazionale per migliorare il ciclo dell'acqua dal prelievo alla depurazione.

20070426

 

Quote this article on your site

To create link towards this article on your website,
copy and paste the text below in your page.




Preview :


Powered by QuoteThis © 2008
Share
comments
Link Exchange With Omeopatianet - Omeopatia