Italian English French German Portuguese Russian Spanish Thai
  • Categorie
    Categorie Consente di visualizzare un elenco di categorie di questo blog.
  • Tags
    Tags Consente di visualizzare un elenco di tag che sono stati utilizzati nel blog.
  • Bloggers
    Bloggers Cerca il tuo blogger preferito da questo sito.
  • Team Blogs
    Team Blogs Trova il tuo blog collettivi preferiti qui.
Inviato da il in Notizie
  • Dimensione carattere: Maggiore Minore
  • Visite: 6982
  • Stampa

Un ricordo di Massimo Bassetti a due anni dalla sua scomparsa...

pict0139

In data 4 ottobre 2008, esattamente un anno fa,  nella quiete della sua casa in collina, ci ha lasciato il dr Massimo Bassetti in silenzio, senza preavviso, come era sua abitudine.

Chi era Massimo per i colleghi Medici Omeopati?

Era laureato in Medicina e Chirurgia, laureato in Farmacia, specializzato in Odontoiatria ed in Pediatria, ma soprattutto era un grande Maestro dell' Omeopatia Classica. E' stato autore di numerose pubblicazioni in Omeopatia, relatore a congressi e seminari nazionali ed internazionali di Omeopatia Classica. Direttore della Scuola di Omeopatia Classica di Acqui Terme dall'anno accademico 1995-96 e Presidente dell'Accademia Italiana di Omeopatia Pediatrica dal 1997, è stato Membro attivo della Liga Homoeopathica Internationalis, della Royal Faculty of Homeopathy e del Groupement des Pediatres Homeopathes d'Expression Francaise(Parigi). Refree e docente in numerosi eventi di Alma, Homeopathic International Research an Edicational Society.
Il lungo e prestigioso curriculum rende merito solo in minima parte all'uomo Massimo Bassetti: per tutti noi allievi della Sua Scuola di omepatia classica di Acqui Terme e per tutti coloro che hanno avuto la fortuna di conoscerlo è stato non solo un grande Medico Omeopata ma soprattutto un grande uomo ed un sincero amico.

Le sue lezioni, mirabile sintesi di materia medica, repertorio, casi clinici e diagnosi differenziale tra i rimedi, hanno aperto la nostra mente ed il nostro cuore all'Omeopatia insegnandoci ad amarla e a praticarla. Erano un'avventura dello spirito; attendevano ogni nostro incontro presso la scuola con la trepidazione di chi sa che avrebbe ricevuto una gratificante conoscenza.
Fu allievo di Vithoulkas di cui rimase sempre un sincero estimatore, si dedicò allo studio dei rimedi omeopatici inquadrati per famiglie studiate dal punto di vista psicodinamico, nel loro nucleo di sofferenza profonda e nelle strategie reattive ed infine ci ha portato il contributo della scuola degli Omeopati psicanalisti Francesi con la ricerca del rimedio tramite l'identificazione della sensazione profonda che emerge dall'interrogatorio omeopatico.
Massimo seppe attuare una sintesi di queste impostazioni rimanendo sempre fedele al principio che occorreva una coerenza tra i sintomi mentali, le modalità e soprattutto il sintomi fisici che erano l' espressione tangibile dello squilibrio profondo che sta alla base della prescrizione del rimedio.

targa

Questa è la targa del suo Centro di Omeopatia Classica di Acqui Terme che era anche la sede della AIOP - Accademia Italiana di Omeopatia Pediatrica di cui Massimo era il Presidente.

 

Chi era Massimo per i suoi pazienti?

Per noi mamme e papà acquesi la prematura scomparsa del dottor Massimo Bassetti crea un vuoto che difficilmente potremo colmare. A noi, oggi genitori di adolescenti che ha curato sin da neonati e che hanno superato l'infanzia senza antibiotici e aerosol al cortisone, il Dr Bassetti è stato sempre vicino.
Lavoratore instancabile ha sempre messo unprimopiano3 grande amore nel suo lavoro che definiva -quello che mi piace fare-.

Per tante sere, e per tre/quattro anni, finito l'ambulatorio, a volte senza cenare, teneva un corso di "Omeopatia per la
Famiglia" attraverso il quale ci ha trasmesso l'amore per l'omeopatia e le terapie naturali e ci ha consentito di conoscere i principali rimedi omeopatici per la cura dei casi acuti più frequenti nelle nostre famiglie.
Ci ha sempre stupito e onorato il fatto che un medico tanto conosciuto e stimato, che girava il mondo da un convegno all'altro, che insegnava ad altri medici e farmacisti ci dedicasse tanto tempo. E ci stupiva anche l'impegno e la passione che metteva nelle sue lezioni. Lo ricordiamo come una persona tenace e piena di vita che amava i viaggi, il cinema e le buone letture sicuramente il calcio. Ricordiamo che per fare una lezione al corso di Omeopatia per la famiglia una sera ha persino rinunciato alla diretta della sua Juventus, spense il cellulare e ci intimò di non dirgli il risultato perché l'avrebbe vista, registrata, alla fine della lezione, sicuramente dopo la mezzanotte.
Un pò medico, un pò "guru", un pò psicologo prima di curarti voleva apirti: da uno sguardo, da un atteggiamento, da un sogno o paura ricorrente, da un'abitudine alimentare metteva insieme i pezzi del tuo puzzle e ti prescriveva un rimedio, e uno solo, perché di quello avevi bisogno in quel momento. Di fronte a tanti "protocolli" stereotipati di cui è piena oggi la sanità una terapia personalizzata che tenga conto non solo della malattia ma di quel particolare paziente, del suo carattere e delle sue ansie, del suo trascorso famigliare è veramente una voce fuori dal coro.
Ha sempre avversato per l'omeopatia la definizione di terapia di élite ricordandoci che ci sono paesi nel mondo dove milioni di persone si curano oggi con questi rimedi e l'omeopatia viene affiancata abitualmente alle cure allopatiche. Ma noi, giovani genitori, alle prese con le primi tonsilliti o otiti ricorrenti dei nostri bimbi all'asilo, con le ansie per dermatiti e asme allergiche, ci siamo sentiti un pò "élite" a vederli guariti senza imbottirli di cortisone e antibiotici. E li abbiamo visti crescere i nostri bambini alle elementari, alle medie con appena due o tre giorni di assenza per malattia per anno scolastico , li vediamo più sereni e certo di questo siamo riconoscenti al nostro dottore.
Si sa che anche il ciabattino va con le scarpe rotte e ci viene da pensare che abbia curato troppo bene gli altri e trascurato un pò se stesso.
Come diceva sempre "l'omeopatia non cura le malattie ma consente al paziente di guarire" e certo a volte non è facile.

 

Per conoscere meglio sia il profile umano che quello professionale del dott. Massimo Bassetti visitate il sito www.aiop.co.nr

Qui un video (purtroppo di scarsa qualità e ce ne scusiamo) che lo ritrae in una magistrale lezione nell'ambito della conferenza "Bambini in Pigiama",  tenutasi all'Ospedale Gaslini di Genova nel Gennaio 2006)

Cogliamo l'occasione per invitare a contattarci chiunque possieda materiale riguardante l'attività didattica del dott. Massimo Bassetti (video, foto, audio ecc...) e lo volesse condividere con noi !

 

 

 

Taggati su: Hahnemann omeopatia
Vota:
0

Commenti

HAHNEMx
Il 17 giugno apre il primo museo dell'Omeopatia in Italia.
Omeopatia
Rate this blog entry:
hahnemann
Appello per la sopravvivenza dell'omeopatia
Omeopatia
Rate this blog entry:
dolore-ansia-omeopatia
L'Omeopatia e il dolore.
Omeopatia
Rate this blog entry:
A Compendium of Homeopathic Open Access Articles Volume II (1997-2006-(2007-2011)
Omeopatia
Rate this blog entry:
0
kent repertory
INIZIAZIONE ALL'OMEOPATIA: PER UN MANIFESTO OMEOPATICO
Omeopatia
Rate this blog entry:
0