Influenza A, virus H1N1, aumentiamo le difese immunitarieUna buona mossa da compiere in vista dell’arrivo dell’influenza A, che si riesca o meno vaccinarsi, è rafforzare il nostro sistema immunitario.

In quasi tutte le medicine alternative si sostiene che l’organismo umano subisceattacchi di virus e germi soprattutto quando è indebolito nei suoi meccanismi di difesa. Ebbene il sistema immunitario è la barriera che il corpo alza di fronte all’aggressione di agenti patogeni esterni e dipende soprattutto da lui il fatto che ci si ammali o no di influenza, con o senza vaccinazione.

Per avere un sistema immunitario efficiente è consigliabile:
mangiare sano,
fare attività fisica,
ridurre lo stress
dormire un numero di ore sufficienti per notte
A questo salutare stile di vita, vanno aggiunti determinati tipi di alimenti che sono ricchi ( le vitamine in particolare) di quelle sostanze( le vitamine in particolare) che naturalmente aiutano a regolare gli equilibri del nostro corpo. A tutto ciò aggiungiamo una bella e sanarisata: l’allegria aumenta le endorfine che aiutano il corpo a respingere meglio gli attacchi esterni.

Ma vediamo nello specifico come le medicine naturaliprevengono, rafforzando il sistema immunitario, e curano l’influenza.

-Omeopatia:

Per prevenire il contagio si potrà utilizzare l’isoterapico dell’influenza, ovvero il «vaccino» omeopatico che ogni anno è abitualmente disponibile a partire dal mese di ottobre. Il vaccino è dispensato in 9 CH perciò un dosaggio omeopatico ancora molecolare, dunque si può considerare come un vero vaccino seppure in dosi minori rispetto a quello tradizionale. Ma fin da ora chi frequenta zone ad alto rischio (come i College, le comunità etc.) può proteggersi con una dose settimanale di un preparato omeopatico a base di cuore e fegato di Anas barbarie 200 k. L’anatra è un animale resistente all’influenza e questo preparato è un potente antivirale utile sia nella prevenzione che nella terapia (in terapia assumere una dose globuli ogni 6-8 ore per 3-4 volte).

Nuovi preparati omeopatici complessi di ultima generazione associano all’Anas Barbarie 200K rimedi come Influenzinum e Vincetoxicum Officinalis che, in sinergia tra di loro, esercitano una marcata immunostimolazione capace di bypassare il problema legato alle frequenti mutazioni del virus influenzale con conseguente inutilità e inefficacia da parte del vaccino.

Per la febbre alta utilizzare Aconitum e Belladonna 9CH che sono efficaci anche per l’eventuale mal di testa associato.

Gelsemium se la febbre si accompagna a importante spossatezza, Eupatorium p. se si accompagna a dolori alle ossa.

Per la tosse secca Bryonia e per quella catarrale Pulsatilla 9 CH.

Se l’influenza si complica con diarrea aggiungere Arsenicum album.

Tutti questi medicinali si assumono in 9 CH tre granuli ogni 1-2-3 ore diradando l’assunzione in base al miglioramento.

ATTENZIONE: In caso di complicazioni niente «fai da te», ricorrere al medico e, se vi è indicazione, anche ai farmaci chimici.

- La medicina cinese sostiene che, soprattutto in autunno, occorre rinforzare la capacità del corpo di “tesaurizzare” l’energia delle altre stagioni attraverso due organi che rappresentano nel corpo questa parte terminale dell’anno solare: i polmoni e i reni. I primi, insieme a naso, gola , bronchi, sono il primo baluardo difensivo contro il freddo. I secondi aiutano il sistema immunitario a mantenere l’integrità del corpo umano attraverso una difesa più profonda. Per prevenire le malattie invernali e per curarle al loro iniziale presentarsi, il medico esperto in medicina cinese tonifica ed insegna a tonificare leenergie renali e polmonariattraverso la dietetica, la moxa (erba da scaldare ed avvicinare ai punti di agopuntura), i massaggi, la correzione di un errato stile di vita, l’agopunturafarmaci a base di erbe.
- Per l’omeopatia, il sistema immunitario va rafforzato assumendo un rimedio, così si chiamano i farmaci omeopatici, che maggiormente corrisponda alle esigenze e alla costituzione sia fisica che psicologica del soggetto. Ricorrendo ad un medico omeopata, si avrà il rimedio più adatto a noi. Grazie all’assunzione di questo rimedio, è come se il corpo ritrovasse le proprie energie rinforzando così i meccanismi di difesa.

Rimedi utili per tutti per prevenire e per curare l’influenza sono:
Ribes nigrum: questa pianta svolge un’importante azione antinfiammatoria tanto che, ai primi sintomi influenzali, è utile assumere l’estratto mattina e sera. Durante la stagione a rischio di influenza invece il ribes nero è un ottimo rinforzante del sistema immunitario tanto che in molte indicazioni omeopatiche, per una vaccinazione naturale antinfluenzale, è consigliato al mattino appena svegli tutti i giorni per lungo tempo;

Belladonna: è una pianta particolarmente indicata per le persone molto facili airaffreddori e sensibili ai “colpi d’aria”;

Echinacea: ne esistono tre varietà, l’echinacea purpurea, quella angustifolia e quella pallida, tutte e tre con funzione immunostimolante, sia per i batteri che per i virus, inoltre si sono dimostrate benefiche per i comuni problemi respiratori, e sono pure utili in una visione preventiva di rinforzo del sistema immunitario stesso;

Eleuterococco: aumenta l’attività dei linfociti e dunque rende più efficiente la risposta immunitaria;

Propoli: è una sostanza elaborata dalle api che la usano come barriera per impedire l’ingresso nell’alveare a soggetti indesiderati. E’ stata rilevata una forte azione antivirale e antibatterica efficace nell’arrestare la proliferazione dei virus del raffreddore e dell’influenza;

• Ortica è una pianta depurativa, diuretica e antinfiammatoria.